I cifrari di Machiavelli e del governo fiorentino.

Vedi con i tuoi occhi come si criptvano e si decriptavano i documenti.

Oggi presenteremo un argomento che esula dai nostri canoni abituali di ricerca storico-giuridica. Dei documenti, a nostro parere, stupendi si sono palesati e ne abbiamo sentito il bisogno di condividerli. Non spenderemo nemmeno fiumi di parole per presentarli, dato che le immagini sono auto esplicative e preferiamo che il lettore passi più tempo esaminandole  piuttosto che leggere le nostre tediose parole. Ciò che state per visionare sono dei cifrari utilizzati dal grande Niccolò Machiavelli e dal governo fiorentino per criptare e decriptare documenti vitali ed importanti per la vita della repubblica.

A nostro parere sono qualcosa di emozionante, speriamo possiate condividere la nostra emozione nel presentarveli.

ba

c

d

e

f

g

h

Dopo aver visionato questi stupendi documenti diteci cosa ne pensate, esprimete un giudizio e soprattutto se avete apprezzato il ritrovamento condividete su Facebook, twitter etc…

I documenti sono custoditi nella Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze.

Potrebbero interessarti anche...

Davide Alessandra

Scritto daDavide Alessandra

Laureando in giurisprudenza con una tesi in storia del diritto medievale e moderno dal titolo: Assolutismo illuminato in Sicilia, il progetto riformatore e il problema feudale. Appassionato di storia, di diritto e ricerche archivistiche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *